Calamari in zimino

Oggi vi propongo una ricetta di origine ligure (diffusa anche in toscana) che si prepara di solito con le seppie, ovvero le seppie in zimino. Ho assaggiato per la prima volta questo piatto a casa di una mia cara amica che conoscendo la mia passione per la cucina e le tradizioni, desiderava farmi assaggiare questa pietanza che la suocera soleva cucinarle. Con il termine “in zimino” si intende il modo di cuocere le seppie o i calamari con le bietole o gli spinaci fino ad ottenere una salsa dalla consistenza densa. Io non avendo trovato le seppie, le ho sostituite con i calamari e penso che sia stata un’ottima alternativa. Si preparano in poco tempo e sono ideali per una cena gustosa o un secondo leggero e completo. Vengono seviti con crostoni di pane abbrustolito e un buon bicchier di vino. Ho già l’acquolina in bocca :-p

Difficoltà: bassa
Tempi di preparazione: 10 min
Tempi di cottura: 30 min
Costo: basso

Ingredienti per 4 persone

  • 700 gr di calamari o seppie pulite
  • 400 gr di bietole fresche o spinaci
  • 1 spicchio di aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • 150 gr di polpa di pomodoro o 3 pomodori lessati e pelati
  • peperoncino piccante a piacere
  • sale q.b.

Procedimento

Pulite, sciacquate e tagliate a rondelle i calamari. Pulite e tagliate grossolanamente anche le bietole e tenete da parte.

In una padella larga versate un filo di olio extra vergine di oliva, l’aglio tritato, il peperoncino e fate rosolare dolcemente a fuoco basso. L’aglio non deve bruciare.

Alzate il fuoco e aggiungete i calamari tagliati, fate cuocere qualche minuto e aggiungete il vino. Fate sfumare a fuoco alto e quando sarà evaporato la parte alcolica del vino, versate le bietole. Infine aggiungete la polpa di pomodoro, salate e lasciate cuocere a fuoco medio con coperchio per 20 min mescolando di tanto in tanto.

A 2-3 min dalla fine della cottura, se vedete che la parte liquida è ancora tanta, alzate al massimo il fuoco e fate cuocere senza coperchio fino a che il liquido non si riduce e si forma una cremina densa.

Servite i vostri calamari in zimino ancora caldi con crostoni di pane e un bicchiere di vino secco. Buon appetito!!! 😉

2 Comments

Rispondi