Crescia di Pasqua o torta al formaggio marchigiana

La crescia è una ricetta marchigiana che viene preparata in occasione delle festività pasquali. Il nome “crescia” deriva dal fatto che lievita molto, infatti triplica il suo volume iniziale formando un pane molto alto e soffice a base di uova e formaggi. Si accompagna solitamente a salumi, in particolare il ciauscolo, a formaggi, uova sode e vino rosso. La crescia viene preparata solitamente il giovedì o venerdì santo e servita il giorno di Pasqua a colazione o come antipasto durante il pranzo, e perchè no, anche il giorno dopo per il picnic di Pasquetta. La ricetta è molto antica, e come potete immaginare, ogni famiglia ha la propria con piccole varianti a seconda dei gusti. C’è infatti chi aggiunge lo zafferano, chi usa solo pecorino e parmigiano grattugiato, chi formaggio a cubetti, chi sostituisce l’olio con il burro o lo strutto, ed esisiste anche la variante dolce! Credo di essermi avvicinata abbastanza alla versione originale perchè ho chiesto conferma a un’amica marchigiana molto brava in cucina, ma sono sicura che tutte sono buonissime 😉

Difficoltà: media
Tempi di preparazione: 20 min più 5 ore di lievitazione
Tempi di cottura: 45-50 min
Costo: basso

Ingredienti per uno stampo di 20 cm di diametro

  • 500 gr di farina 0
  • 5 uova medie
  • 80 gr di parmigiano grattugiato
  • 80 gr di pecorino grattugiato
  • 50 gr di cubetti di formaggio tipo emmental (facoltativo)
  • 120 gr di lievito madre rinfrescato o 10 grammi di lievito di birra fresco o 3 gr di lievito di birra secco
  • 100 ml di latte
  • 70 ml di olio evo
  • pepe q.b. (meglio abbondare)
  • 8 gr di sale fino

Procedimento

Per prima cosa sciogliete bene il lievito nel latte a temperatura ambiente.

In una ciotola capiente o nel boccale della planetaria con gancio ad uncino versate la farina, il parmigiano e il pecorino grattugiati e il pepe e mescolate.

In una ciotola a parte battete le uova con una forchetta fino ad ottenere un composto schiumoso ed uniforme.

Versate nella ciotola della farina il latte con il lievito sciolo, il composto di uova, l’olio ed infine il sale, e cominciate ad impastare a mano o nella planetaria a velocità 2 per almeno 10 minuti, fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea.

Se procedete a mano, dopo aver incorporato tutti gli ingredienti, rovesciate il composto su un piano di lavoro e proseguite ad impastare per almeno 10 minuti, cercando di non aggiungere farina. Inglobate anche i cubetti di formaggio man mano che lavorate.

A questo punto trasferite l’impasto nella tortiera rivestita di carta forno o imburrata ed infarinata, coprite con pellicola e fate lievitare in forno spento fino almeno al raddoppio del volume iniziale. Ci vorranno tra le 5 e le 6 ore.

Cuocete la vostra torta al formaggio in forno preriscaldato in modalità statica a 180 gradi per 45-50 minuti. Trascorso questo tempo, fate la prova stecchino e se risulterà ancora umido, lasciate cuocere altri 5 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare. Trasferite la torta su un piatto da portata e servite con affettati e formaggi e un buon bicchiere di vino rosso. Buon appetito!!! 😉

Suggerimenti e conservazione

Per rendere ancora più golosa la vostra crescia, aggiungete all’impasto dei cubetti di formaggio come pecorino, emmental, cheddar o altri a vostro gusto. La crescia si conserva chiusa in un sacchetto per alimenti a temperatura ambiente per 4-5 giorni, oppure in frigo fino a una settimana, ricordandosi di scaldarla pochi minuti al microonde o forno prima di servirla.

Rispondi