Gyoza, i ravioli giapponesi

I gyoza sono la versione giapponese dei ravioli cinesi. Sono dei fagottini ripieni di carne e verdura avvolti con una sottile pasta sigillata con la pressione delle dita e sono generalmente consumati immersi in una salsa preparata con salsa di soia, aceto di riso e olio di sami di sesamo piccante. I gyoza differiscono dai ravioli cinesi per le spezie e il metodo di cottura che invece di essere bolloti o al vapore, sono fritti in olio di sesamo così da essere croccanti da un lato e morbidi dall’altro, mentre il ripieno rimane succoso e saporito. Mi viene l’acquolina solo a pensarci 😛 quindi vi dico subito come prepararli 🙂

Difficoltà: media
Tempi di preparazione: 1h e 30 min
Tempi di cottura: 15 min in tutto
Costo: basso

Ingredienti per circa 20 gyoza

Per la sfoglia
  • 200 gr di farina 0
  • 130 gr di acqua bollente
Per il ripieno
  • 200 gr di maiale macinato
  • mezzo cavolo bianco
  • 1 cipollotto
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di sake o vino bianco (facoltativo)
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo
  • sale e pepe q.b.
Per la salsa
  • 60 gr di salsa di soia
  • 40 gr di aceto di riso
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo piccante al peperoncino

Procedimento

Per prima cosa preparate la pasta. In una ciotola versate la farina e l’acqua bollente e con una spatola cominciate ad amalgamare. Versate il composto su una superficie di lavoro e continuate a lavorare a mano fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Formate quindi una palla, avvolgetela in un foglio di pellicola e lasciate riposare 30 minuti a temperatura ambiente.

Passate ora al ripieno. Tagliate finemente il cavolo bianco e versatelo in una ciotola.

Tritate finemente anche il cipollotto e versatelo nella stessa ciotola.

Aggiungete anche la carne tritata, l’aglio e lo zenzero grattugiato, il sake, la salsa di soia, l’olio di semi di sesamo, aggiustate di sale e pepe, e mescolate tutto con un cucchiaio. Il vostro ripieno è pronto.

Su una superficie di lavoro infarinata dividete in due parti la pasta riposata. Con una parte formate un salsicciotto e tagliatelo in tanti piccoli cilindri poco più grandi degli gnocchi per intenderci e formate delle palline.

Da ogni pallina ricavate col mattarello dei dischi sottili di pasta del diametro di 8 cm.

Mettete al centro del disco un cucchiaino abbondante di ripieno e sigillate con le mani fino a formare un fagottino. Ripetete questa operazione fino ad ultimare la pasta ed il ripieno.

In una padella antiaderente fate scaldare un filo di olio di sesamo e distribuite al suo interno i ravioli a raggiara uno accanto all’altro. Fate cuocere a fuoco medio per 5 minuti senza mai girarli fino a che la base si sarà dorata.

Dopo di che aggiungete una tazzina di acqua, incoperchiate e lasciate cuocere altri 10 minuti a fuoco molto basso senza mai girarli.

Nel frattempo che cuociono i gyoza, preparate la salsa di accompagnamento. In una ciotolina mischiate insieme la salsa di soia, l’aceto di riso e l’olio di semi di sesamo piccante ( io l’ho reso piccante aggiungendo del peperoncino piccante tagliato finemente).

A questo punto scoperchiate, appoggiate un piatto da portata sulla padella e rovesciateci sopra i gyoza. Ecco i vostri involtini giapponesi croccanti e succulenti pronti ad essere immersi nella salsa di accompagnamento e gustati 😉

Suggerimenti

Potete sostituire il cipollotto con porro o scalogno e aumentare o diminuire la quantità di carne e verdura a seconda dei vostri gusti. Inoltre potete congelare i gyoza crudi ben chiusi in un sacchetto per alimenti in modo che non si attacchino, e cucinarli all’occorrenza disponendoli direttamente nella padella senza farli scongelare prima. Ovviamente in questo caso i tempi di cottura raddoppieranno.

Rispondi