Maritozzo laziale

Il maritozzo è un dolce tipico laziale che consiste in un tipo di brioche a forma di panino allungato farcito con abbondante panna montata. Il caratteristico nome deriva dall’usanza antica di offrire questo dolce alla futura sposa che soleva definire quindi il futuro marito “maritozzo” vezzegiativo divertente di “marito”. Il maritozzo è conosciuto in tutta Italia e a seconda delle regioni in cui si prepara, assume forme e caratteristiche leggermente diverse. Io vi propongo quello originale e la ricetta è del maestro pasticcere Iginio Massari, praticamente una garanzia 😉

Difficoltà: media
Tempi di preparazione: 6 ore circa
Tempi di cottura: 10-12 min
Costo: basso

Ingredienti per 15 maritozzi

  • 150 gr di acqua a temperatura ambiente
  • 25 gr di lievito di birra o 80 gr di lievito madre o 6 gr di lievito di birra secco
  • 25 gr di miele di lavanda (io ho usato quello di acacia)
  • 60 gr di zucchero semolato
  • 200 gr di ouva intere
  • 500 gr di farina 00
  • 10 gr di sale
  • 50 gr di tuorli
  • 100 gr di burro a temperatura ambiente
  • scorza grattugiata di 1 limone biologico
  • 500 gr di panna fresca da montare (al 38% di grasso) non zuccherata
  • 30 gr di zucchero a velo più q.b. per guarnire
  • 1 uovo sbattuto per spennellare

Procedimento

Nel boccale della planetaria con gancio a foglia e velocità 2 , oppure manualmente, lavorate l’acqua, il lievito, il miele, lo zucchero semolato, la scorza di limone, le uova e la farina fino a formare una pasta liscia e omogenea, ancora appiccicosa, ma ben incordata.

Incorporare il sale con metà dei tuorli, di seguito il burro e il resto dei tuorli. Lavorate a lungo fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea. Copritela con la pellicola e lasciatela lievitare per 2 ore, schiacciandola due volte.

Formate delle palline di 80 gr ciascuna, fatele lievitare a 28 gradi e con umidità del 70%. Io le ho messe distanziate sulla placca rivestita di carta forno e fatte lievitare in forno a 28 gradi con una ciotola di acqua bollente posizionata sulla base del forno.

Dopo 15 min di lievitazione, ovalizzate le palline e fatele lievitare altri 90 minuti. Quando saranno ben lievitate, spennellate con 1 uovo sbattuto per 2 volte, quindi cuocete in forno statico a 200 gradi per 12 minuti.

Fate raffreddare i maritozzi, nel frattempo montate la panna con lo zucchero a velo non per lungo tempo altrimenti assume la consistenza del burro.

Tagliate i maritozzi a metà e farciteli con la panna montata utilizzando una sacca a poche con bocchetta dentellata e spolverizzate infine con lo zucchero a velo. Buon appetito!!! 😉

Suggerimenti e conservazione

Se utilizzate una panna vegetale già zuccherata, non sarà necessario dolcificare con ulteriore zucchero, ma potete aromatizzarla in ogni caso con un cucchiaiono di estratto di vaniglia, oppure zucchero vanigliato e i semi di una bacca. I maritozzi si conservano in frigo coperti con pellicola per circa tre giorni.

Rispondi