Pane Bianco Fatto in Casa

Oggi si fa il pane in casa! Quello bianco, croccante fuori e morbido dento, con quella bella crosta marroncina che quando lo tagli senti crocchiare. Ci vuole veramente poco a farlo, basta organizzarsi. Fate l’impasto di mattina che vi impegna solo 10 minuti, ve lo dimenticate per circa 6 ore mentre lievita, e lo riprendete il pomeriggio solo per dargli la forma che preferite. Lo lasciate lievitare solo un’altra ora, per poi cuocerlo in forno 30 minuti. Non è affatto impegnativo, e quando vedrete il risultato, prenderete l’abitudine di farlo in casa senza più andare alla ricerca della panetteria che fa il pane buono!!!

Difficoltà: molto bassa

Tempi di preparazione: 15 minuti, più i tempi di lievitazione

Tempi di cottura: 30 minuti

Costo: molto basso

Ingredienti per 500 gr di pane o per 6 panini
  • 5 gr di lievito di birra fresco
  • 350 gr di acqua tiepida
  • 250 gr di farina manitoba
  • 250 gr di farina 00
  • 1 cucchiaio di malto o miele
  • 8 gr di sale
Procedimento

Per prima cosa, sciogliete il lievito nell’acqua tiepida.

In una ciotola, oppure nel boccale della planetaria con gancio ad uncino, mescolate le farine e fate un buco al centro. Versate l’acqua con il lievito sciolto, e cominciate a mescolare.

Aggiungete il malto e il sale ed impastate fino a che l’impasto non si incordi.

 

Trasferite l’impasto su un piano di lavoro, e continuate ad impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.

A questo punto fate le pieghe, ovvero prendete due lembi (destra e sinistra) dell’impasto e portateli al centro dell’impasto stesso. Fate la stessa cosa con i lembi sopra e sotto dell’impasto.

Poi pirlatero, ovvero fate girare l’impasto tra le vostre mani sul piano di lavoro, dandogli una forma sferica regolare per dare una crescita regolare all’impasto durante la lievitazione.

Riponete l’impasto in una ciotola capiente, copritelo con della pellicola, e fatelo lievitare fino a tre volte il volume iniziale.

Trascorso il tempo necessario, ribaltate l’impasto sul piano di lavoro, rifate le pieghe, dategli la forma che preferite, potreste fare anche dei panini, e pirlatelo come la prima volta. Io ho scelto di fare dei panini.

Trasferite i panini sulla teglia rivestita di carta forno, e fate lievitare un’ora nel forno spento.

Infornate a forno preriscaldato statico a 230 gradi per 15 minuti, ed altri 20 minuti a 180 gradi, posizionando un recipiente di acqua alla base del forno.

Per i panini, riducete i tempi di cottura di circa 6-7 minuti, e controllateli più spesso, perchè cuociono e si colorano più velocemente del filone intero.

Trascorsi i tempi di cottura, togliete il recipiente di acqua dal forno e lasciate il forno leggermente aperto per 15 minuti. Dopo di che potete sfornare il vostro pane croccante fuori e morbido dentro 🙂

Suggerimenti

Le pieghe e la pirlatura sono molto importanti per migliorare la lievitazione del pane. Le pieghe servono a dare tenacia e a rafforzare le fibre dell’impasto, e quindi uno sviluppo verticale dell’impasto, mentre la pirlatura garantisce l’uniformità della lievitazione dell’impasto.

Consigli

Dopo la cottura, e dopo che si è raffreddato, potete congelare il pane chiuso negli appositi sacchetti di plastica per alimenti, e scongelarlo la sera prima.

 

Rispondi