Pizzoccheri alla valtellinese

I pizzoccheri alla valtellinese sono un piatto tipico del nord Italia e più precisamente della Valtellina preparato con farina di grano saraceno macinata a pietra, verza e patate. E’ allo stesso tempo un piatto povero della tradizione del luogo, ma anche molto genuino. Ho avuto modo di assaggiarli una sola volta in occasione di una cena tra amici un pò di tempo fa e non ho esitato a chiderne la ricetta alla padrona di casa. Quindi non mi resta che condividere con voi questa meravigliosa ricetta 😉

Difficoltà: media
Tempi di preparazione: 15 min
Tempi di cottura: 15 min in totale
Costo: basso

Ingredienti per 4-6 persone

  • 400 gr di farina di grano saraceno macinata a pietra
  • 100 gr di farina 0
  • 180 gr di acqua
  • 80 gr di burro
  • 2 spicchi d’aglio (io ne ho usato 1)
  • 200 gr di verza
  • 200 gr di patate
  • 100 gr di formaggio casera
  • grana padano grattugiatao a piacere
  • sale q.b.

Procedimento

Per prima cosa preparate i pizzoccheri. In una ciotola versate le farine, mescolate e aggiungete l’acqua. Impastate grossolanamente con le mani, poi trasferite tutto il composto su una superficie di lavoro e continuate ad impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. L’impasto deve risultare non deve essere morbido, ma più tendente al duro. Se occorre aggiungete un cucchiaio di acqua.

A questo punto stendete il panetto in una sfoglia spessa un paio di millimetri e con un coltello tagliate delle strisce larghe circa 6 cm, poi sovrapponetele frapponendo sempre la farina di grano saraceno tra le strisce e tagliatele di traverso per una larghezza di circa mezzo cm, così da ricavare tante striscioline ovvero i vostri pizzoccheri.

Passate ora alla cottura delle verdure. Mettete sul fuoco la pantola con abbondante acqua e mentre raggiunge il punto di bollore, lavate e tagliate le patate a cubetti e la verza a stisce non troppo sottili. Tagliate a cubettini anche il formaggio e tenete da parte.

Quando l’acqua bolle, salate e versate le patate. Dopo 3-4 minuti anche la verza e fate cuocere ancora qualche minuto. In ultimo versate anche i pizzoccheri un pò per volta e mescolate per evitare che si attacchino.

A parte, in una padella larga, fate sciogliere il burro con l’aglio, poi togliete l’aglio e versatevi i pizzoccheri e le verdure scolate. Amalgamate il tutto e a questo punto la tradizione vuole che in una pifila si facciano degli strati alternati formati da pizzoccheri poi formaggio e grana e così via. Io ho mantecato tutto in padella e impiattato… Uno spettacolo!!! 😉

Rispondi