Cantucci al caffè e gocce di cioccolato fondente

Da una semplice e antica ricetta come quella dei cantucci toscani, si possono realizzare tante varianti per appagare i palati più esigenti. Ecco come nascono i miei cantucci al caffè e gocce di cioccolato fondente. Una ricetta super golosa che utilizza solo ingredienti di facile reperibilità. Sono ideali da inzuppare nel latte e altrettanto ottimi da sgranocchiare da soli o con una tazza di caffè o tè, ovviamente anche da intingere nel vin santo. Vi lascio quindi alla ricetta e se li fate, ricordatevi di mandarmi una foto 😉

Difficoltà: bassa
Tempi di preparazione: 25 min
Tempi di cottura: 20 min
Costo: basso

Ingredienti

  • 250 gr di farina debole o 00
  • 160 gr di zucchero semolato
  • 2 uova intere medie
  • 2 gr di ammoniaca per dolci (in alternativa 12 gr di lievito per dolci)
  • 35 gr di polvere di caffè solubile Nescafè
  • 3 cucchiai di olio di semi
  • 130 gr di gocce di cioccolato fondente
  • un pizzico di sale
  • poco latte per spennellare

Procedimento

In una ciotola o nel boccale della planetaria con gancio a foglia, versate le uova, l’ammoniaca, lo zucchero, il sale, il caffè solubile e l’olio, e amalgamate bene fino ad ottenere un composto uniforme e spumoso.

A questo punto versate le gocce di cioccolato e la farina setacciata, e mescolate fino ad ottenere un composto uniforme, morbido e ancora un pò appiccicoso.

Trasferite il composto ottenuto su un piano da lavoro leggermente infarinato e dividete il panetto in tre porzioni.

Per ogni porzione formate un salsicciotto che andrete a sistemare sulla teglia del forno rivestita di carta forno.

Una volta pronti i tre salsicciotti sulla teglia, spennellate con il latte e infornate a forno preriscaldato a 170 gradi in modalità statica per 20 min.

Quando saranno dorati, togliete i salsicciotti dal forno e ancora caldi tagliateli in diagonale per ricavare i vostri cantucci.

Risistemate i cantucci sulla placca del forno poggiandoli dal lato del taglio, e fateli biscottare ancora 10 min in forno ventilato a 150 gradi.

Dopo di che, sfornateli e lasciateli raffreddare prima di servitli 😉

Suggerimenti e conservazione

La consistenza del composto varierà a seconda della farina che avrete usato, quindi se il composto dovesse risultare troppo morbido, aggiungete un cucchiaio di farina, al contrario, se facesse fatica ad amalgamarsi, aggiungete un cucchiaio di latte o caffè. I cantucci si conservano per più di 10 giorni chiusi in una scatola di latta a temperatura ambiente.

Rispondi