La pizza napoletana fatta in casa

La pizza napoletana è un grande classico della tradizione partenopea, ed è una delle cose a cui non si può rinunciare  per quanto è buona e genuina. Io vi propongo una versione fatta in casa con la pietra refrattaria, che si avvicina molto a quella che mangereste in una buona pizzeria napoletana. Con questa pietra, la pizza cuoce 4-5 minuti nel forno di casa vostra, proprio come se cuocesse in un classico forno a legna, e il risultato vi farà ritornare a Napoli al primo assaggio. 

Difficoltà: media

Tempi di preparazione: 20 minuti, più 7 ore di lievitazione

Tempi di cottura: circa 30 min. per 6 pizze

Costo: basso

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr di farina 00
  • 300 gr di farina manitoba
  • 380 ml di acqua
  • 6 gr di lievito di birra fresco o 180 gr di lievito madre
  • 1 cucchiaino raso di zucchero o malto
  • 2 cucchiaini di sale
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Preparazione

Per prima cosa, sciogliete il lievito e lo zucchero nell’acqua.

In una ciotola o in una impastatrice con gancio, versate la farina e l’acqua con il lievito e cominciate a impastare. Aggiungete l’olio e in ultimo il sale e impastate fino a quando l’impasto non si sarà incordato.

Se lavorate a mano, dovete impastare fino a che la pasta non si attacca più facilmente alle mani, ma deve rimanere comunque soffice. Se occorre, aggiungete poca di farina. Con l’indice premete sull’impasto ottenuto, se affonda facilmente, allora avrete raggiunto la consistenza giusta.

Se lavorate con l’impastatrice, aspettate che l’impasto si incordi, e poi trasferitelo su un piano di lavoro e continuate ad impastare fino a che l’impasto non si attacca più alle mani.  Seguite le stesse indicazioni di sopra.

Mettete l’impasto a lievitare coperto, in un ambiente caldo e asciutto fino a che non raddoppia il suo volume.

Dopo di che, trasferitelo sul piano di lavoro e rimpastatelo fino a formare di nuovo un panetto. Dividete il panetto in tanti panetti più piccoli ciascuno che pesa circa 200 gr. Disponeteli distanziati tra loro e ben coperti (fate in modo che non si formi la pellicina secca sulla superfice dei panetti) e lasciate che raddoppino di volume. Ci vorranno circa due ore.

Nel frattempo, preparate il condimento per le pizze. Io ho preparato delle margherite, quindi vi serviranno circa 1l di passata di pomodoro condita con sale e un filo di olio, 500 gr di mozzarella, olio extra vergine e basilico.

Dopo di che, poggiate la vostra pietra refrattaria sulla base del forno, chiudete e accendete il forno al massimo della temperatura che prevede (circa 220-250 gradi) alla modalià ventilato, e lasciate che si riscaldi. Ci vorranno 25-30 minuti.

A questo punto, stendete un panetto con i polpastrelli, dal centro verso l’esterno, mai con il matterello… è severamente vietato 😉

Versate al centro della pizza due o tre cucchiai di pomodoro e distribuitelo sulla superfice della pizza, lasciando il bordo, che farà da cornicione alla pizza.

Aggiungete la mozzarella, un filo di olio, del basilico, e infornate. Dopo circa 4-5 minuti la vostra pizza sarà pronta.

Suggerimenti

Quando condite la pizza, prima di infornarla, assicuratevi sempre di lasciare abbastanza cornicione tutto intorno, altrimenti durante la cottura, il sugo di pomodoro e mozzarella straborda. Inoltre ricordatevi sempre di far colare la mozzarella un’oretta prima di usarla per eliminare il liquido in eccesso, altrimenti la pizza tenderà ad inzupparsi. Per il pomodoro, invece, l’ideale sarebbe la passata, ma anche i pelati schiacciati a mano andranno benissimo. Non usate il frullatore ad immersione, perchè andreste a distruggere tutta la polpa e invece che cremoso, il sugo di pomodoro sarà acquoso.

Consigli

L’impasto della pizza può essere fatto la sera prima, e messo in frigo. Il giono successivo, toglietelo dal frigo, assicuratevi che raddoppi il volume iniziale, per poi fare i panetti.

 

Rispondi