Yakitori, gli spiedini giapponesi

I viaggi in Giappone mi hanno arricchita della cultura nipponica e mi hanno fatto apprezzare non solo la loro filosofia di vita, ma anche la loro tradizione culinaria fatta di ingredienti semplici e tecniche di preparazione molto interessanti. Non dimentichiamo infatti che insieme all’Italia, il Giappone è uno dei paesi più longevi al mondo, e questo dipende anche da quello che mangiano. Gli yakitori sono degli spiedini di carne, solitamente pollo, arrostiti e marinati con una salsa caratteristica leggermente agrodolce che dà particolare gusto e succosità alla carne. Sono molto facili e pratici da preparare e sfiziosi, perfetti per bbq ma possibili da realizzare anche a casa su una piastra di ghisa. Vediamo quindi come prepararli 😉

Difficoltà: bassa
Tempi di preparazione: 20 min
Tempi di cottura: 15 min
Costo: basso

Ingredienti per 16 spiedini piccoli

  • 2 petti di pollo o sovracosce dissossate
  • 400 gr di spezzatino di manzo non troppo magro
  • 2 bistecchine spesse di maiale non magre
  • 60 ml di salsa di soya
  • 50 ml di mirin
  • 40 ml di sakè (in alternativa vino bianco secco)
  • 2 cucchiaini di miele o zucchero semolato
  • 1 cipollotto
  • 1 spicchio di aglio
  • peperoncino a piacere
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Procedimento

Per prima cosa preparate la marinatura della carne. In una ciotolina mischiate la salsa di soya, il mirin, il sakè e il miele, e mescolate con un cucchiaino. Mettete da parte.

In una padella versate l’olio, l’aglio, il peperoncino e un po’ di cipollotto tagliato a pezzetti non troppo piccoli. Fate cuocere dolcemente qualche minuto, non deve soffriggere. Dopo di che versate la salsa che avete preparato precedentemente, portate a bollore, fate cuocere a fuoco basso per un paio di minuti, poi totete toglierlo dal fuoco. Filtrate il liquido in una ciotola con un colino, ed ecco pronta la marinatura.

Passate ora agli spiedini. Se avete tempo, lasciate una trentina di minuti gli stecchini di legno immersi in acqua prima di usarli, così non si bruceranno durante la cottura e la carne si sfilerà più facilmente. Tagliate il petto di pollo in tocchetti più o meno della stessa grandezza e numero, e fate lo stesso con la carne di maiale. Tagliate anche il cipolloto che andrà tra i vari tocchetti di carne.

Passate ora alla realizzazione degli spiedini. Infilate prima un pezzo di carne, poi uno di cipollotto e poi un altro pezzo di carne e così via fino a formare uno spiedino composto da i tre tipi di carne differente e due pezzetti di cipollotto.

Spennellate gli spiedini con la marinatura, coprite con pellicola e fate marinare circa 20 min. Tenete da parte la marinatura rimasta perchè vi servirà durante la cottura degli spiedini. Passate ora alla cottura degli spedini. Se li preparate a casa, fate scaldare bene una piastra di ghisa e cuoceteli a fuoco alto su tutti i lati (un paio di minuti per lato) spennellando di tanto in tanto con la marinatura mentre cuociono. Vale lo stesso principio se li arrostite sui carboni. Una volta cotti, trasferiteli su un piatto da portata e serviteli caldi. Buon appetito! 😉

Suggerimenti

Per la realizzazione degli spiedini, potete usare la carne che preferite, anche solo pollo, o solo vitello a vostra scelta, e potete sostituire il cipollotto con pezzetti di peperone rosso, giallo e verde o altre verdure.

Rispondi